Bobberizzazione, scelta della moto e soluzione piccoli problemi.

6 contenuti / 0 new
Ultimo contenuto
Offline
Last seen: 1 mese 2 settimane fa
Iscritto: 1/8/2019
Bobberizzazione, scelta della moto e soluzione piccoli problemi.

Ciao a tutti. Ho scritto in pausa pranzo nel forum di presentazione ed é giunto il momento di arrivare al dunque: ho intenzione di acquistare una moto e modificarla in stile bobber.
Ovviamente tutto in economia e con modifiche il piú legali possibile. In un secondo momento pensavo all'installazione di un sidecar (presso officina specializzata e con omologazione)

A tal proposito ho preso in considerazione 3 moto. Tutte e 3 non richiedono interventi sul telaio per la trasformazione in bobber.

  • Suzuki Savage, la piú leggera e semplice e con trasmissione a cinghia. Essendo fuori listino non é facile peró trovare ricambi.
  • Yamaha Dragstar, stessa cilindrata della savage ma 650. Piú pesante. Il telaio si presta meglio della Savage ma ha un costo d'acquisto un po'piú elevato.
  • Kawasaki vulcan, simile alla la dragstar come tipo di telaio ma con cilindrata e cavalli in piú.

Il primo dubbio é quindi: quale moto scegliere?

In secondo luogo ci sono le modifiche.
Per la verniciatura nessun problema, so giá come agire.
Rimozione parafango posteriore, installazione di una sella monoposto dovrei riuscirci.
Eventuale installazione parafango di dimensioni ridotte e il posizionamento targa mi lasciano qualche dubbio

  • la targa; in posizione laterale é fattibile ma non vorrei poi mi rompessero l'anima sul fatto che non é ben visibile. eventualmente pensavo a un braccio per portarla dietro alla gomma in posizione centrale. Ne ho visti su e-bay ma non hanno alcun supporto per l'illuminazione della targa.
  • il parafango posteriore; li ho visti in vendita, ma senza supporto specifico per una moto o l'altra. Me la cavo non la piccola manutenzione, montaggio e smontaggio... ma non sono attrezzato per tagliare e saldare il metallo.

Accetto di buon grado suggerimenti, sia sulla scelta della moto che sulle modifiche, da chi é piú esperto di me.

Offline
Last seen: 1 mese 2 settimane fa
Iscritto: 1/8/2019

Aggiungo un'altra questione Fari anteriori e posteriori. Le modifiche sugli indicatori di direzione sono ben tollerate. Ma quelle sul fanale anteriore/posteriore?

Esiste un elenco di indicazioni di cosa é legalmente tollerato e cosa no?

Offline
Last seen: 1 settimana 5 giorni fa
Iscritto: 20/5/2019

Credo che per la legge Italiana un veicolo non possa assolutamente essere modificato, comunque sia in genere ti contestano qualcosa se la moto è vistosamente modificata ( in genere per gli scarichi aperti); per la targa se è ben illuminata non dovresti avere problemi mettendola lateralmente e anche per il parafango, ne trovi facilmente in rete di modificabli ed adattabili soprattutto alla Dragstar che è ancora molto diffusa.

In sintesi tieni presente che chi ti ferma per un controllo in genere non ci capisce un cavolo di moto soprattutto se custom e quindi non sa se un faro o degli specchietti sono omologati o no; evita scarichi troppo rumorosi che attirano l' attenzione e non credo avrai problemi.

Offline
Last seen: 1 mese 2 settimane fa
Iscritto: 1/8/2019

Innanzitutto grazie per le dritte.

Nel frattempo ho confermato un vn800 classic (riusciró a ritirarlo a settembre). Ho optato per il VN e non per la dragstar, per la trasmissione finale: essendo usata non so se il cardano é stato trattato e mantenuto correttamente... nel peggiore dei casi una catena/corona/pignone si sostituisce con 150 euro. Inoltre ha un po'piú di coppia :D
Esclusa la suzuki savage in quanto non trovavo ricambi per la cinghia.

Riguardo la targa mi sono informato: Puó essere messa al centro o a sinistra del veicolo ma deve esser garantita la visibilitá entro 30 gradi su tutti i lati. L'altezza minima non dovrebbe essere inferiore alla metá della ruota. Necessita di illuminazione e catarifrangente. La cornice non deve essere riflettente.

E visto che c'ero mi sono informato sulle frecce. Ci sono delle distanze minime da rispettare tra le due frecce (si esclude quindi l'inserimento di indicatori di direzione nella luce di stop). Devono essere 4, gialle ecc.

Per le omologazioni di luci e specchietti dovrebbe esser sufficiente la presenza del cerchietto con la dicitura "E" seguita da un numero (che indica il paese europeo dove é stato omologato). Le marmitte dovrebbero riportare il numero di omologazione.

Sui parafanghi non ho trovato nulla: neanche vengono menzionati, quindi via libera.

A settembre recupero la moto (aspetto che il proprietario torni dalle ferie) e passeró il mese a lucidare e sistemare piccole imperfezioni dovute all'etá.
A ottobre penso mi recheró presso "daniel accessori moto" dalle parti di Portogruaro (VE) a fare shopping :)

RikMarostica
Offline
Last seen: 1 giorno 15 ore fa
Iscritto: 31/3/2012

Bello il VN, ha il telaio monotrave sotto il serbatoio quindi per cambiarlo hai più possibilità rispetto a un dragstar/vt.
Per i fanali dovrebbe essere presente la marcatura della omologazione nella l'ente, ma io ho passato revisioni con frecce e fanali posteriori non omologati. Idem gli specchietti. Se ti fermano rompono le scatole per marmitta, targa non visibile.

Offline
Last seen: 1 mese 2 settimane fa
Iscritto: 1/8/2019

Ritirato ieri.
Funzionare funziona.... ma ha bisogno di un tagliando e di alcune sistemazioni dal punto di vista estetico (ruggine: ho di nuovo commesso l'errore di prendere una moto che ha vissuto vicino al mare......)

In effetti possono rompere le scatole su un sacco di cose.... ma in genere targa e marmitte son quelle piú quotate. Frequentando un blog di un avvocato ho comunque scoperto che se le marmitte non sono in regola non c'é il fermo del veicolo e revisione alla motorizzazione (art. 79 se non ho capito male) ma semplice ammenda per mancata omologazione (art. 72)... almeno cosí ho capito leggendo il blog "chopper & laws".